Funzionamento

  • Tavola 01
  • Tavola 02
  • Tavola 03
  • Tavola 04
  • Tavola 05
  • Tavola 06

Riscaldamento per irraggiamento

Posizione tradizionale del fuoco visibile, sulla parte alta delle piastre in ghisa. Il tiraggio avviene attraverso la cappa e la canna fumaria principale, con la farfalla aperta.

 

Riscaldamento per irraggiamento ed  inversione

Posizione tradizionale del fuoco, visibile sulla parte alta delle piastre in ghisa che in questo caso rimangono semiaperte.Una parte delle fiamme viene aspirata nella parte bassa (“inversione di fiamma”) e l’evacuazione dei fumi avviene contemporaneamente attraverso la cappa con farfalla aperta ed il condotto secondario per la parte riguardante le fiamme rovesciate. Entrambe le parti convergono poi nella canna fumaria principale. In questo modo lo scambiatore di calore viene comunque scaldato recuperando calore, per convenzione naturale, attraverso la fuori uscita d’aria calda dalle bocchette superiori.

 

Riscaldamento misto per irraggiamento, e focolare secondario

Posizione tradizionale del fuoco, visibile sulla parte alta delle piastre in ghisa e continuo nella parte bassa. Una parte delle fiamme viene aspirata nella parte bassa (“inversione di fiamma”) apportando un complemento ulteriore al focolare sottostante. L’evacuazione dei fumi avviene contemporaneamente attraverso la cappa con farfalla aperta ed il condotto secondario per la parte riguardante il focolare basso e le fiamme rovesciate. Entrambe le parti convergono poi nella canna fumaria principale. In questo modo avremo un riscaldamento potente ed un recupero di calore con un rendimento compreso tra il 70% e il 74%, conservando il fascino del FOCOLARE APERTO.

 

Riscaldamento a focolare secondario

Posizione del fuoco esclusivamente nel focolare basso con la farfalla della cappa completamente chiusa. Il tiraggio e l'evacuazione dei fumi avvengono attraverso il condotto secondario. La regolazione delle piastre di ghisa permette di modulare la durata del fuoco e la potenza del Polyflam. In questo modo avremo il migliore recupero in quanto, tutto il calore espresso dal Polyflam, viene trattenuto nell’abitazione. Rendimento compreso tra il 70% ed il 74%.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.